MENU

Comune di Trevignano Romano

Elezioni Europee 2019

 

 

 

 

 

 

ELEZIONI PARLAMENTO EUROPEO: ALLE URNE IL 26 MAGGIO 2019

 

Nella Gazzetta Ufficiale n. 71 del 25 marzo 2019 sono stati pubblicati i decreti del Presidente della Repubblica in data 22 marzo 2019, rispettivamente, di convocazione, per il giorno di domenica 26 maggio p.v., dei comizi per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e di assegnazione a ciascuna delle cinque circoscrizioni elettorali in cui è suddiviso il territorio nazionale del numero dei seggi spettanti al nostro Paese.

Manifesto di convocazione dei comizi elettorali

 

ESITO SCRUTINIO: VOTI DI LISTA E PREFERENZE 

Cliccando sul seguente link si accede ai risultati elettorali CON i voti di lista e le relative preferenze del Comune di Trevignano Romano: https://elezioni.interno.gov.it/europee/scrutini/20190526/scrutiniEI3120701060

 

ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI PER LE AFFISSIONI DI PROPAGANDA ELETTORALE DIRETTA

Con delibera di Giunta Comunale n. 85 del 26.04.2019 sono stati assegnati gli spazi per le affissioni di propaganda elettorale diretta per l’elezione dei rappresentanti dell’Italia al Parlamento Europeo del 26 maggio 2019.

CONSULTA GLI SPAZI ASSEGNATI

 

ORARIO APERTURE STRAORDINARIE UFFICIO ELETTORALE PER ELEZIONI PARLAMENTO EUROPEO

Per il rilascio dei certificati d’iscrizione nelle liste elettorali nonché per gli altri adempimenti connessi alla presentazione delle liste di candidati per le elezioni del Parlamento europeo, l’ufficio elettorale effettuerà il seguente orario di apertura al pubblico:

SABATO 13 E DOMENICA 14 APRILE DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 14,00

LUNEDI’ 15 APRILE DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 14,00 E DALLE ORE 15,00 ALLE ORE 18,00

MARTEDI’ 16 E MERCOLEDI’ 17 APRILE DALLE ORE 8,00 ALLE ORE 20,00

 

 

Per il rilascio delle tessere elettorali o del duplicato per le elezioni del Parlamento europeo, l’ufficio elettorale effettuerà il seguente orario di apertura al pubblico:

 

SABATO 18 E DOMENICA 19 MAGGIO DALLE ORE 10,00 ALLE ORE 13,00

VENERDI’ 24 E SABATO 25 MAGGIO DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 18,00

DOMENICA 26 MAGGIO DALLE ORE 7,00 ALLE ORE 23,00

 

NOMINA SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE

Verbale della Commissione Elettorale Comunale n. 2 del 6 maggio 2019: Verbale CEC Comune Trevignano Romano n. 2-2019

 

 

 

 

AGEVOLAZIONI PER CHI SI METTE IN VIAGGIO

 

In vista dello svolgimento delle consultazioni elettorali le amministrazioni delle società ferroviarie, autostradali, flotte e compagnie di navigazione aerea e marittima normalmente provvedono ad applicare agevolazioni tariffarie, anche in base alle convenzioni in essere con il Ministero dell’interno.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Ministero dell’Interno

 

ELEZIONI PARLAMENTO EUROPEO: VOTO DOMICILIARE – VOTO ASSISTITO

 

VOTO DOMICILIARE PER ELETTORI AFFETTI DA INFERMITÀ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L’ALLONTANAMENTO DALL’ABITAZIONE

L’elettore interessato deve far pervenire al comune un’espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria, in un periodo compreso fra il 40° e il 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia fra martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019.

Tale ultimo termine (6 maggio 2019), in un’ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente tutelato, deve considerarsi di carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze organizzative del Comune.

La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’azienda sanitaria locale.

In particolare, il certificato medico, per non indurre incertezze, dovrà riprodurre l’esatta formulazione normativa di cui all’art. l del decreto-legge n. 1/2006.

Sono da ritenere applicabili le disposizioni preclusive di cui all’art. 56, primo comma, del D.P.R. n. 361/1957, e all’41, comma 7, del D.P.R. n. 570/1960, secondo le quali i funzionari medici designati al rilascio dei certificati “non possono essere candidati né parenti fino al quarto grado di candidati”.

VOTO ASSISTITO

Gli elettori affetti da grave infermità fisica possono richiedere al Comune di iscrivere nelle liste elettorali l’annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

Tale annotazione evita all’elettore fisicamente impedito di doversi munire di volta in volta, in occasione di ogni consultazione, dell’apposito certificato medico. Non ci sono scadenze per la presentazione di tale richiesta

TRASPORTO AI SEGGI DEGLI ELETTORI CON DISABILITÀ

Il Comune istituisce, in occasione delle consultazioni, un servizio di trasporto dalle abitazioni ai seggi per gli elettori con disabilità, ai sensi dell’art. 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Naturalmente sono necessari anche la Tessera Elettorale ed il documento di identità da presentare al momento del voto, nonché la certificazione medica rilasciata (eventualmente anche per altri scopi) dall’Azienda Sanitaria Locale.

I certificati medici sono rilasciati gratuitamente – senza diritti o applicazione di marche – dai funzionari medici designati dai competenti organi delle Aziende Sanitarie Locali.

Dalla documentazione da esibire, eventualmente rilasciata anche per altri scopi, deve risultare l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione.

 

 

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO PER CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO

 

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, i cittadini italiani residenti nei Paesi UE possono scegliere di votare per i rappresentanti del Paese dove risiedono oppure, in alternativa, per i rappresentanti italiani.

I cittadini residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE riceveranno a casa, da parte del Ministero dell’Interno italiano, il certificato elettorale con l’indicazione della sezione presso la quale votare, della data e dell’orario delle votazioni. In caso di mancata ricezione potranno contattare l’Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione ed eventualmente richiedere il certificato sostitutivo. Tali cittadini, che non hanno optato per il voto a favore dei candidati locali, saranno ammessi al voto per i candidati italiani senza necessità di presentare alcuna dichiarazione.
Coloro che invece desiderano votare in Italia pur essendo residenti in un Paese membro dell’Unione Europea devono presentare richiesta, entro il giorno precedente le elezioni in Italia, al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.

I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal Ministero dell’Interno apposita cartolina avviso.

 

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO PER CITTADINI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO IN UN PAESE DELL’UNIONE EUROPEA

I cittadini italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero, nonché i familiari con loro conviventi, potranno votare nelle sezioni elettorali appositamente istituite nel territorio di altri paesi membri dell’Unione europea. A tal fine gli elettori che si trovino per i suddetti motivi in altro paese UE e i loro familiari conviventi dovranno far pervenire al consolato competente, entro il 7 marzo 2019 apposita domanda diretta al Sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti. Sul sito internet del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e su quelli delle sedi consolari potrà essere reperito il fac-simile del modulo di domanda.

Link di riferimento da inserire nella pagina: https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/elezioni-europee-2019/informativa-per-elettori-temporanei.html

MODELLO DI DOMANDA

 

 

ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL’ITALIA DA PARTE DEI CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA

In occasione della prossima elezione del Parlamento europeo, fissata tra il 23 e il 26 maggio 2019, anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, inoltrando apposita domanda al Sindaco del Comune di residenza.

La domanda, il cui modello è disponibile sia presso il Comune che sul sito internet del Ministero dell’Interno all’indirizzo: https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2019, dovrà essere presentata agli uffici comunali o spedita mediante raccomandata entro il 25 febbraio 2019.

Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38, comma 3, del DPR 28/12/2000, n. 445).

Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:

  • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;

  • la cittadinanza;

  • l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;

  • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;

  • l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

Gli Uffici comunali comunicheranno tempestivamente l’esito della domanda. In caso di accoglimento, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare.

VISUALIZZA L’AVVISO TRADOTTO IN ALTRE TRE LINGUE

SCARICA IL MODELLO SUL TUO PC E INIZIA LA COMPILAZIONE