MENU

Comune di Trevignano Romano

Bonus gas 2018

Il Bonus Gas 2018 è uno sconto o meglio una riduzione sulla bolletta riservata alle famiglie a basso reddito e numerose valido esclusivamente per il gas naturale distribuito a rete e quindi non per il gas in bombola o per il GPL. I cittadini aventi diritto a ricevere il bonus ottengono una riduzione, uno sconto direttamente sulle bollette del gas o della luce.

Il bonus gas insieme al bonus Luce, chiamato anche bonus energia Elettrica è stato introdotto dal Governo con il DM 28/12/2007 e reso operativo dall’Autorità per l’energia, con la collaborazione dei Comuni.

ISEE e requisiti:

requisiti bonus gas, che i cittadini devono possedere per fruire dell’agevolazione sono:

  • Essere un Cliente domestico titolare di una utenza Gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale;

  • Avere un ISEE 2018 non superiore a 8.107,50 euro; per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) il limite di reddito non deve superare i 20.000,00 euro.

Dove fare la richiesta del bonus gas?

Il Comune di Trevignano Romano ha sottoscritto apposita convenzione con i CAF presenti sul territorio comunale, pertanto, tutti gli utenti possono presentare la domanda di Bonus Gas mediante i Centri di Assistenza Fiscale CAF.

Quali dati servono per richiedere l’agevolazione?

Tutte le informazioni relative al titolare della fornitura di gas naturale, tipo di utilizzo (ad esempio se trattasi di Acqua Calda e Cottura o solo riscaldamento o Acqua Calda + Cottura + Riscaldamento) e il codice PDR che è il numero identificativo della fornitura, sono indicate nella bolletta o nel contratto di fornitura. Le suddette informazioni possono essere anche richieste al proprio fornitore, ossia, la Società che emetta la fattura (quindi Eni Gas and Power o Enel, ecc..).

Bonus Gas importi 2018:

Il valore del bonus Gas varia a seconda dei fattori sopraindicati. Il bonus è determinato ogni anno dall’Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte). 

Il valore del bonus si differenzia:

  • per tipologia di utilizzo del gas: se solo cottura cibi e acqua calda, solo riscaldamento, oppure, se cottura cibi, acqua calda e riscaldamento;

  • per numero di persone residenti nella stessa abitazione;

  • per Elenco zona climatica di residenza: che tiene conto delle diverse esigenze delle varie località per esempio montagna o mare.

Quanto dura? Validità 12 mesi:

Il bonus gas dura per 12 mesi. Un mese prima della scadenza annuale, il cittadino che ritiene di avere ancora i requisiti richiesti per l’ammissione, può nuovamente inoltrare una richiesta di rinnovo del Bonus, anche solo per eventuali variazioni della situazione famigliare o dell’ISEE che si sono venute a verificare nel corso dell’erogazione. 

Tempi di accettazione domanda:

Per i clienti domestici diretti: il bonus viene applicato dalla società di Distribuzione Gas (per esempio Italgas), nelle bollette inviate al venditore, a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo dall’inserimento dei dati dell’istanza nel sistema informatico del Comune, come attestato dalla ricevuta fornita dal CAF.

La società di vendita di gas (che sia Eni, Enel, ecc), inizia l’applicazione del bonus dalla prima fattura utile successiva alla data di fatturazione del bonus da parte dell’impresa distributrice. L’importo annuo del bonus viene suddiviso proporzionalmente per il numero di bollette ricevute nei 12 mesi successivi alla data di inizio del godimento del bonus, come detrazione della spesa di ciascuna bolletta. 

Bonus Gas dove si vede in bolletta?

Il bonus gas per gli aventi diritto viene corrisposto direttamente in bolletta, riconoscibile da uno specifico messaggio, che indica la deduzione dalla bolletta gas con la seguente dicitura: “La sua fornitura è ammessa alla compensazione della spesa per la fornitura di gas naturale (cosiddetto bonus sociale gas) ai sensi del decreto-legge n. 185/08. La richiesta di rinnovo deve essere effettuata entro mese/anno”. 

Ai clienti che usufruiscono di impianti di riscaldamento centralizzato e non hanno, per il riscaldamento, un contatto diretto. Verrà inviata una comunicazione che li invita ad andare a ritirare il bonus presso gli sportelli delle Poste Italiane utilizzando lo strumento del bonifico domiciliato.

Bonus Gas e Bonus Elettrico 2018

Il cittadino che ritiene di possedere i requisiti di accesso al Bonus Gas 2018 può fare domanda anche per il Bonus Energia. Nello specifico il bonus gas è cumulabile anche con il bonus Energia elettrica sia per disagio fisico che per famiglia numerosa e condizioni economiche disagiate.