MENU

Comune di Trevignano Romano

Trevignano, approvato in Commissione il Regolamento beni comuni

“Nella mattinata odierna la Commissione Consiliare Statuto e Regolamenti ha definitivamente licenziato con l’approvazione unanime di maggioranza e opposizione il Regolamento Comunale sulla collaborazione tra cittadini, cittadine e Amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni”

lo annuncia il Presidente della Commissione Luca Galloni che aggiunge

“si tratta di un primo atto formale fondamentale prima dell’approdo in aula per il quale ringrazio tutti i componenti della Commissione che presiedo, il rappresentante di Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà – Alberto Tabellini e gli uffici che ci hanno assistito e che ci assisteranno nell’attuazione di questa bella sfida. E’ un punto di partenza figlio già di un percorso intrapreso negli anni passati durante la precedente consiliatura e che a breve diventerà definitivo con l’esame del Consiglio Comunale. Con questa iniziativa, grazie alla lungimirante proposta del laboratorio per la Sussidiarietà Labsus che in tutta Italia sta acquisendo esperienze di successo nella gestione condivisa dei beni comuni, con il nuovo prototipo di regolamentazione vogliamo lanciare insieme un modello innovativo di società caratterizzato dalla presenza diffusa di cittadini attivi, cioè cittadini autonomi, solidali e responsabili, alleati dell’amministrazione nel prendersi cura dei beni comuni. E’ un modo di essere cittadini del tutto nuovo, perché sino ad ora l’ordinamento non consentiva ai cittadini comuni di occuparsi della cosa pubblica pur continuando ad essere semplici cittadini. Anzi, era considerata assurda la sola idea che un cittadino, senza iscriversi ad associazioni di volontariato o similari, potesse in quanto tale avere la voglia e le capacità per prendersi cura dei beni comuni insieme con altri cittadini e con l’amministrazione. La Commissione, di concerto con Labsus inoltre si è fatta promotrice di una collaborazione stretta con le altre Amministrazioni Comunali del lago per giungere in tempi brevi all’approvazione di un Regolamento uguale al fine di condividere patti di collaborazione a livello intercomunale realizzando anche un unico ufficio di scopo condiviso”