Avviso pubblico per l’accesso al progetto sperimentale distrettuale denominato “vita indipendente” promosso dalla convenzione per la gestione associata dei servizi sociali Comuni di Bracciano (capofila), Anguillara Sabazia, Canale Monterano, Manziana e Trevignano Romano.

Download PDF

Area Servizi Sociali Comunali, Distrettuali ed Istruzione

del Comune di Bracciano in qualità di capofila dei Comuni del Distretto ROMA 4.3 (ex F3)

AVVISO PUBBLICO

  

PER L’ACCESSO AL PROGETTO SPERIMENTALE DISTRETTUALE DENOMINATO “VITA INDIPENDENTE” PROMOSSO DALLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI COMUNI di BRACCIANO (capofila), ANGUILLARA SABAZIA, CANALE MONTERANO, MANZIANA, TREVIGNANO ROMANO

 

 

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Regione Lazio hanno approvato e finanziato per una annualità un progetto sperimentale del Distretto, denominato “Vita Indipendente”, a favore di persone adulte con disabilità e delle loro famiglie, residenti in uno dei cinque Comuni della Convenzione per la gestione associata dei Servizi Sociali (Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano).

Il progetto riguarda l’opportunità di attivare una serie di interventi a favore di persone adulte con disabilità già in carico ai servizi, in fascia d’età 18-60 anni, che abbiano iniziato dei percorsi di autonomia e supporto alle competenze residue, attraverso la fruizione di servizi socio assistenziali sovra comunali e /o comunali e che vogliano dunque proseguire gli obiettivi del proprio progetto di vita indipendente; inoltre, attraverso progetti individualizzati, è possibile prendere in carico nuova utenza che possa sperimentare progressive autonomie, attraverso percorsi previsti a medio termine.

SI RENDE NOTO

 

Che i beneficiari di tale progetto sperimentale devono essere persone adulte con disabilità, in fascia d’età 18 – 60 anni, già in carico ai servizi socio-sanitari del territorio, con bisogni di sostegno all’autonomia ed alla vita indipendente, ovvero nuova utenza per la sperimentazione di progressive autonomie.

Per l’ammissione a tale progetto sperimentale si terrà conto della presenza di un progetto attuabile sulle possibili autonomie da potenziare, da includere/già incluso in ciascun PAI.

Il progetto sperimentale distrettuale “Vita indipendente” anno 2017 ha le seguenti finalità:

  • Ridurre il rischio dell’istituzionalizzazione
  • Ridurre il carico familiare da impegni gravosi e continuativi
  • Permettere l’inserimento nel tessuto sociale
  • Favorire l’ingresso o il rientro del sottoscritto nel mondo del lavoro
  • Favorire maggiori spazi di libertà, migliorando la qualità della vita
  • Altro

I beneficiari potranno usufruire di una sola delle sotto elencate attività, previste dal progetto, indicando la scelta all’atto della domanda.

ATTIVITA’ PREVISTE

 

Attività 1per n. 3 utenti. Assistenza Domiciliare diretta, per 11 mesi, con pacchetti di prestazioni forniti da cooperativa sociale individuata dall’Ente pubblico, di n. 6 ore settimanali

Attività 2per l’attivazione di n. 10 pacchetti di servizio. Assistenza Domiciliare indiretta (voucher integrativi) per un valore di € 400,00 mensili, ad utente, per 11 mesi (l’utente sceglierà l’assistente personale e ne rendiconterà mensilmente: compenso, contributi versati, assicurazione)

Attività 3per n. 15 utenti. Trasporto di persone con disabilità in forma individuale e/o collettivo, con riconoscimento di buoni trasportoper 11 mesi, di € 150,00 mensili ad utente, relativi alle seguenti spese ammissibili:

- servizio di trasporto svolto da terzi autorizzati

  • noleggio mezzo di trasporto

  • carburante

  • prestazioni di servizio (autista ecc.)

  • rimborso titoli di viaggio (treni, autobus ecc.)

Attività 4 per n. 6 utenti.Supporto e tutoraggio con il finanziamento di un tutor aziendale, oppure con il riconoscimento economico, con un massimo di € 150,00, per 11 mesi per esperienze di formazione e/o inserimento in ambito lavorativo.

REQUISITI D’ACCESSO

I richiedenti, alla data di pubblicazione dei presente Avviso, dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea o cittadinanza di uno Stato non aderente all’Unione Europea, quest’ultima con titolarità di permesso di soggiorno illimitato – per soggiornanti di lungo periodo ai sensi della Legge 6 marzo 1998 n. 40 e del D. Lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e s.m.i., alla data di pubblicazione del presente Avviso;

  • residenza anagrafica in uno dei Comuni del Distretto ROMA 4.3 (Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano);

  • di essere in carico ad uno o più servizi socio-sanitari territoriali e/o titolarità di un PAI

  • attestazione ISEE in corso di validità;

  • possesso del certificato di stato di handicap in situazione di gravità (L. 104/92).

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

I richiedenti dovranno presentare l’istanza avvalendosi unicamente dell’apposito modulo di domanda disponibile sui siti istituzionali e presso l’URP dei 5 Comuni del Distretto ROMA 4.3.

Le domande dovranno essere consegnate entro e non oltre il giorno 17 Novembre 2017 presso l’Ufficio Protocollo del proprio Comune di residenza.

Non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre tale termine e/o prive della documentazione richiesta, ovvero quelle non sottoscritte.

 

Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione (pena l’esclusione):

  • copia del documento di identità

  • per i cittadini di Stati non aderenti all’Unione Europea, copia di permesso di soggiorno illimitato – per soggiornanti di lungo periodo ai sensi della Legge 6 marzo 1998 n. 40 e del D. Lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e s.m.i.

  • dichiarazione di essere in carico ad uno o più servizi socio-sanitari e/o di essere titolare di un PAI;

  • attestazione ISEE ordinario del nucleo in corso di validità;
  • copia certificato di stato di handicap in situazione di gravità L. 104/92, (in busta chiusa)

 

CRITERI DI VALUTAZIONE E PUNTEGGI ATTRIBUIBILI

Ai fini della formazione dell’elenco distrettuale dei beneficiari, saranno utilizzati i seguenti criteri di valutazione, con attribuzione dei relativi punteggi, fino ad un massimo di 10 punti, così attribuiti:

  • non aver usufruito, per il 2017,di altri contributi/servizi comunali e/o distrettuali: 2 punti

  • attestazione ISEE ordinario in corso di validità (max 4 punti), così assegnati:

da € 0,00 a € 1.000,00

4 punti

da € 1.001,00 a € 5.824,91

2 punti

Da € 5.824,92 a € 10.000,00 1 punto

Da €. 10.001,00 in poi non verrà attribuito punteggio

  • presenza nel nucleo familiare di persone con riconosciute patologie invalidanti con percentuale uguale o superiore al 74%, ovvero presenza di minori con indennità di frequenza (max 4 punti): 2 punti per ciascuna persona con patologia invalidante.

In caso di assoluta parità di punteggio verrà data priorità alla domanda che presenta attestazione ISEE con valore più basso.

In caso di ulteriore parità si procederà tramite sorteggio.

 Bracciano, lì 18 Ottobre 2017

Il Capo Area

f.to dott. Antonio Bucefalo

Per scaricare il modello di domanda cliccare qui di seguito Modulistica_Vita_Indipendente doc 1.